Posizione della Candela (Sarvangasana)
candela-slider

Per poter eseguire correttamente questa postura, distendetevi a pancia in su con le gambe unite e le braccia allungate lungo il corpo. Assicuratevi di avere la schiena ben poggiata per terra e pian piano con un respiro profondo sollevate le gambe tenendole tese in verticale. A questo punto, svuotate lentamente i polmoni e contraete l’addome. Con i palmi delle mani rivolti al pavimento, fate leva e procedete ad alzare il tronco e gli arti inferiori.
Dopo di ciò, disponete le mani sui fianchi, così facendo riuscirete a mantenere una posizione verticale, detta appunto a candela. Le punta dei piedi devono essere rivolte verso l’alto. Durante l’operazione potete decidere sia di avere gli occhi aperti che chiusi. L’importante però è che la respirazione sia lenta e che collo, nuca, spalle e gomiti tocchino il suolo. In questo modo sarete in grado di effettuare questa postura correttamente e adeguatamente.

Benefici:
La posizione della candela serve come prima cosa per cercare di stimolare la circolazione venosa degli arti inferiori, è quindi particolarmente indicata per tutte quelle persone che soffrono di problemi di circolazione. I suoi benefici però non finiscono qui! Essa aiuta a eliminare i ristagni liquidi nelle gambe, combattendo così la cellulite e inoltre garantisce un benessere psicofisico in grado di contrastare problemi riguardanti la tensione fisica e mentale.

la Candela nello yoga

candela-1
candela-2
Share on Google+Tweet about this on TwitterShare on FacebookEmail this to someoneShare on LinkedIn

Yogadispirito.it ©2016

info@yogadispirito.it