Posizione della Ruota (Chakrasana)
ruota-slider

INTRO:
La posizione della Ruota ( Chakrasana) è tra le più spettacolari ed impegnative posizioni dello Yoga. Nota anche come posizione dell’arco rivolto all’insù, è molto consigliata per allungare il torace, i polmoni e la Colonna vertebrale a patto che non si abbiano problemi alle vertebre lombari

 

COME SI OTTIENE:

Ci si distende per terra con la pancia all’insù, si mandano le mani in avanti tra la testa e le spalle poggiando i palmi a terra con le dita verso il nostro corpo. Si piegano le gambe in modo da avvicinare i talloni al sedere e si premono i talloni ( all’inizio vanno benissimo anche le punte) dei piedi in modo da far perno con il pavimento. Si cerca di mandare la pancia, la schiena, il petto e le gambe all’insù imprimendo pressione sulle mani e sui piedi in modo che tutto il peso del corpo gravi sui piedi e sulle mani. Mandate la testa all’indietro. Lo scopo è quello di far andare il nostro corpo il più possibile verso l’alto in modo da formare un’arco all’insù. Restare nella posizione per qualche respiro facendo attenzione a non bloccarlo. Ridiscendere molto lentamente e distendersi a terra fino a quando il respiro non si è calmato. All’Inizio la difficoltà della Postura è elevata, quindi non si deve prendere per molto, ma pian piano il corpo si modella e la si può prendere perfettamente anche per svariati minuti.
Gli Allievi che possono fare questa asana senza la minima difficoltà possono migliorare l’effetto avvicinando nella posizione finale le mani ed i piedi.
Possono anche cercare di sollevare alternatamente prima una gamba e poi l’altra nella posizione finale.

 

.
CONSIGLI ED AIUTI:
Spesso le ascelle e l’inguine sono rigidi e limitano i movimenti che bisogna eseguire per arrivare a questa posizione. Potete sostenere sia le mani che i piedi con un paio di blocchi per aiutarvi ad eseguire una flessione dorsale completa.
Assicuratevi di fissare i blocchi contro un muro e, se volete, copriteli con un tappetino per evitare che le mani e i piedi possano scivolare.
Fate sempre seguire chakrasana da controposizioni di piegamento in avanti.

 

CONTROINDICAZIONI:
Chakrasana non dovrebbe essere praticata da chi soffre di pressione alta, di disturbi alle coronarie, di ulcera gastrica, di intestino intossicato, di sordità parziale, di capillari oculari dilatati o da chiunque abbia avuto recenti fratture o si sia sottoposto ad operazioni chirurgiche all’addome.
Non dovrebbe essere tentata finché il praticante non sia in grado di fare le posizioni preliminari di piegamento indietro.
BENEFICI:
Corregge le eventuali deviazioni della schiena dovute ad abitudini posturali sbagliate. Stimola cuore e polmoni, la tiroide, e le ghiandole surrenali. Rinvigorisce tutto il corpo.
Chakrasana stimola tutti i Chakra, ma soprattutto l’Anahata Chakra.

Questa asana è benefica per il sistema nervoso ed endocrino.
Influenza tutte le secrezioni ormonali ed allevia vari disturbi del sistema riproduttivo femminile.
Allunga completamente il dorso ed i muscoli addominali rendendoli flessibili.
Comprime e massaggia potentemente gli organi addominali.

La Ruota nello Yoga

ruota laterale 1
ruota laterale 2
ruota laterale 3
ruota laterale 4
ruota laterale 5
ruota laterale 6
Share on Google+Tweet about this on TwitterShare on FacebookEmail this to someoneShare on LinkedIn

Yogadispirito.it ©2016

info@yogadispirito.it